Anteprima PizzaUp® 2012

Alla Città della Scienza di Bagnoli si riuniscono esperti e professionisti di impasti e lievitazioni

Lunedì 21 maggio andrà in scena a Napoli la seconda edizione dell’Anteprima di PizzaUp®, evento che da sei anni riunisce pizzaioli da tutta Italia grazie all’Università della Pizza® a Vighizzolo d’Este (Padova): PizzaUp® è infatti l’unico simposio tecnico sulla pizza italiana, un evento di confronto e di crescita per quanti fanno di questa professione non solo un lavoro, ma uno stile di vita. L’evento di anteprima si dividerà nelle seguenti parti:

PRIMA PARTE dalle 14.30 alle 17.30 – biglietto di ingresso 30,00 euro
A partire dalle 14.30 i locali della Città della Scienza a Bagnoli (Napoli) si animeranno con un corso di formazione dedicato ai lieviti naturali per la pizza: differenze di gusto e di digeribilità dei lieviti vivi rispetto a quelli essiccati. L’incontro, tenuto da Federica Racinelli – esperta di tecnologia degli impasti e dei lieviti e docente di riferimento dell’Università della Pizza® - vedrà anche un intervento di Piero Gabrieli, direttore marketing di Molino Quaglia, su come aumentare la qualità dei prodotti riducendo i costi fissi.

SECONDA PARTE dalle 18.00 alle 20.00 – ingresso gratuito con prenotazione (chi partecipa al corso a pagamento della prima parte ha automaticamente il diritto di ingresso al dibattito)
Dalle 18.00 alle 20.00 l’iniziativa, aperta al pubblico sino a esaurimento posti, sarà invece dedicata a “Storie di straordinaria lievitazione”. Il giornalista de Il Mattino Luciano Pignataro e Monica Piscitelli, autrice della prima Guida alle migliori pizzerie di Napoli e della Campania, intervisteranno pizzaioli e tecnici su come le moderne tecniche di lievitazione e la rigorosa scelta delle migliori materie prime stiano portando una vera e propria ventata di novità nel mondo della pizzeria professionale. Il dibattito farà il punto della situazione sulla ricerca dei lieviti naturali per la pizza nel mondo accademico e nel mondo aziendale con l’intento di fare chiarezza sulla differenza tra le diverse tipologie di lieviti naturali e sulla differenza tra la maturazione e la lievitazione degli impasti. Interverranno Simona Palomba, ricercatrice presso la Facoltà di Agraria dell’Università Federico II di Napoli e Federica Racinelli, agronoma e esperta di impasti e lieviti. Scopo del dibattito è quello di spiegare che l’obiettivo di realizzare un impasto digeribile può essere ottenuto anche rispettando i giusti tempi a prescindere dal tipo di lievito utilizzato, mentre l’uso del lievito madre ha in più lo scopo di esaltare i profumi e i sapori della pizza nel suo complesso e di aumentare la durata nel tempo della fragranza della base della pizza.

Sono inoltre previsti gli interventi di Massimo di Porzio e Gino Sorbillo, Antonio Luciasano presidente del Consorzio Mozzarella di Bufala D.O.P., Eduardo Ruggero vicepresidente del Consorzio di tutela del Pomodoro S.Marzano dell’Agro Sarnese-Nocerino D.O.P.. Chiara Quaglia A.D. Molino Quaglia spa, i cui interventi saranno mirati sui progetti che le rispettive realtà stanno portando avanti per indirizzare i professionisti dell’alimentazione verso la qualità degli ingredienti e degli alimenti. Renato Bosco, Gianfranco Iervolino, Franco Pepe e Guglielmo Vuolo, pizzaioli alle porte di Napoli, riporteranno le loro testimonianze su come hanno sviluppato le tecniche di impasto e lievitazione.

TERZA PARTE dalle 20.15 alle 22.00 – ingresso su invito
Dalle 20.30 alle 22.00 dell’Anteprima di PizzaUp® si concluderà presso Città del Gusto con Assaggi di Pizzeria Dinamica® dedicati alla degustazione di portate realizzate con Petra® e ingredienti della Campania dai pizzaioli Luigi Acciaio, Renato Bosco, Gianfranco Iervolino, Michele Leo, Franco Pepe, Ernesto Varricchio, Guglielmo Vuolo. La degustazione sarà guidata dallo Chef e Segretario della Nazionale Italiana Cuochi Marco Valletta e dalla giornalista Monica Piscitelli.

L’Anteprima di PizzaUp® 2012, in cui verranno presentati anche la Guida alle migliori pizzerie di Napoli e della Campania e il Manuale di Pizzeria Dinamica®, sarà il luogo giusto dove dialogare con i pizzaioli che si sentono protagonisti di un cambiamento pari a quello che nel secolo scorso costruì la pizza di oggi partendo da una semplice disco di pane. Tradizione e innovazione, gusto e ricerca, più qualità e meno costi fissi possono coesistere in un prodotto alimentare contemporaneo. Anche nella pizza e nella terra dove è nata. Perché non c’è tradizione senza innovazione, non c’è gusto senza tecnica, non c’è qualità del cibo solo nell’immagine e in un buon servizio.

Per informazioni e richiesta di partecipazione cliccate qui